fbpx
Gluteoplastica

Rimodella e migliora l'estetica dei glutei

o chiama senza impegno il

Perché affidarsi al Prof. Giulio Basoccu?

01

Landing Basoccu Icona Carriera

Più di 30 anni di esperienza nazionale e internazionale

Con più di 7.000 interventi il Prof. Giulio Basoccu si afferma come uno dei dottori con più esperienza sul campo.

02

Landing Basoccu Icona Equipe

Rapporto diretto

Con il Prof. Giulio Basoccu e la sua équipe di professionisti.

03

Landing Basoccu Icona Struttura

Strutture di Eccellenza

Comfort e Cura nei dettagli per un’esperienza unica.

04

Landing Basoccu Icona Soggiorno

Soggiorno e auto con conducente a richiesta

Convenzioni con gli hotel più esclusivi della capitale e trasporto con autista

Gluteoplastica Additiva con Protesi

Una vita sedentaria, l’avanzare dell’età o un’oscillazione di peso sono tra le cause principali dell’atrofia muscolare che caratterizza la regione glutea e che ne determinano la “depressione” e la perdita di tono. 

In genere, tra i 30 e i 50 anni, il lato B va incontro ad una naturale modificazione che, se non accompagnata ad
uno stile di vita sano e una costante attività sportiva, può creare disagio in molti pazienti, sia uomini che
donne.

L’intervento chirurgico di gluteoplastica comunemente chiamato anche protesi ai glutei, è volto all’aumento volumetrico di questa zona mediante l’inserimento di protesi al di sotto del muscolo gluteo, capaci di donare maggiore armonia alla forma del corpo.

La cicatrice per l’inserimento della protesi sarà ben poco visibile, perché posizionata nella zona interglutea.

Protesi ai glutei: La tecnica

L’intervento consiste nel posizionare sotto la muscolatura della regione glutea una protesi. 

Le protesi sono generalmente di silicone solido o gore-tex, di consistenza duro-elastica e hanno misure e forme differenti, proprio come le protesi utilizzate, ad esempio, per l’intervento di mastoplastica additiva.

Il risultato finale può essere più o meno accentuato, proiettato e generoso e la dimensione delle protesi scelte deve adattarsi all’anatomia del paziente, tenendo naturalmente conto dei suoi desiderata.

L’inserimento avviene al di sotto del muscolo gluteo per offrire una maggiore armonia alla forma del corpo.

La cicatrice sarà piccola e poco evidente e nel giro di pochi mesi risulterà ancor più chiara e sottile.

Gluteoplastica: si può scegliere la taglia delle protesi?

La risposta è: assolutamente sì.

Nel corso della prima visita sarà il chirurgo a valutare la forma e le dimensioni dei glutei naturali, considerando anche le condizioni fisiche del paziente (tonicità, peso, circonferenza dei fianchi) e i risultati raggiungibili.

Tenendo conto della sue volontà, si potrà optare per forme e dimensioni differenti e in armonia con le proporzioni generali del corpo.

Quali sono i rischi di una gluteoplastica?

I rischi di innestare protesi ai glutei sono quelli riferibili a ciascun intervento chirurgico, ma la complicanza più significativa (e in ogni caso molto rara) riguarda la contrattura capsulare, una reazione di rigetto della protesi.

Le moderne protesi però riducono drasticamente questo rischio.

Bisogna sottolineare come la contrattura non dipenda dall’abilità del chirurgo, ma dalla risposta dell’organismo nei riguardi di corpi estranei.

Come prepararsi alla gluteoplastica?

Lo Studio Medico Basoccu si prende cura dei propri pazienti, offrendo loro la possibilità di eseguire direttamente in Clinica le analisi richieste.

Provvede inoltre, su richiesta, al transfer dei pazienti sia in fase di ricovero che di dimissioni, senza alcun costo aggiuntivo.

Per agevolare la guarigione è raccomandata l’esecuzione di trattamenti volti all’elasticizzazione dei tessuti. Su consiglio del medico, sarà bene eseguire peeling e trattamenti o massaggi linfodrenanti.

Cosa aspettarsi dall’intervento di gluteoplastica e dal recupero post operatorio:

L’intervento di gluteoplastica è ormai di rapida esecuzione, ma il post operatorio richiede riposo e una terapia antidolorifica specifica.

Dopo un paio di giorni è possibile che ci sia un po’ di gonfiore nella zona interessata e qualche livido.

Già poche ore dopo l’intervento però, il paziente può sdraiarsi e sedersi senza problemi, evitando solo di assumere posizioni eccessivamente contratte.

Il paziente dovrà prendersi un periodo di riposo variabile tra i 10/12 giorni, ma già dopo tre potrà riprendere le attività quotidiane senza compiere sforzi eccessivi.

Per massimizzare il risultato dell’intervento e accelerare la guarigione è consigliabile eseguire trattamenti di elasticizzazione tissutale post operatori.

Ci si può sedere dopo la gluteoplastica e si può dormire supini?

Sì, già al rientro dalla sala operatoria il paziente è in posizione supina e può sedersi evitando di assumere posture per lui scomode.

Si può dormire a pancia in su ma è meglio mantenere a lungo questa posizione dopo circa 7/10 giorni, prima è meglio farlo su un fianco o proni.

Per agevolare la guarigione è raccomandata l’esecuzione di trattamenti volti all’elasticizzazione dei tessuti. Su consiglio del medico, sarà bene eseguire peeling e trattamenti o massaggi linfodrenanti.

Le cicatrici delle gluteoplastica sono visibili?

No, le cicatrici della gluteoplastica sono quasi del tutto nascoste.

A differenza del passato, quando generalmente veniva eseguito un taglio nella regione sottoglutea, oggi l’inserimento avviene con piccole incisioni nella zona interglutea.

Le cicatrici restano praticamente invisibili anche indossando un perizoma.

Di che materiale sono fatte le protesi per la gluteoplastica?

Le protesi utilizzate per l’aumento volumetrico dei glutei sono di silicone solido o gore-tex, con consistenza duro-elastica.

Hanno forme e misure differenti, la scelta spetta al chirurgo che valuta sempre e comunque in accordo con il paziente.

Prenota la prima visita

Per prenotare la prima visita avere ulteriori informazioni compila il form con i tuoi dati o chiama il numero verde

    Rimodella e migliora l'estetica dei glutei

    o chiama senza impegno il

    Perché affidarsi al Prof. Giulio Basoccu?

    01

    Più di 30 anni di esperienza nazionale e internazionale

    Con più di 7.000 interventi il Prof. Giulio Basoccu si afferma come uno dei dottori con più esperienza sul campo.

    02

    Rapporto diretto

    Con il Prof. Giulio Basoccu e la sua équipe di professionisti.

    03

    Strutture di eccelleza

    Comfort e cura nei minimi dettagli per un’esperienza unica.

    04

    Soggiorno e auto con conducente a richiesta

    Convenzioni con gli hotel più esclusivi della capitale e trasporto con autista

    Gluteoplastica Additiva con Protesi

    Una vita sedentaria, l’avanzare dell’età o un’oscillazione di peso sono tra le cause principali dell’atrofia muscolare che caratterizza la regione glutea e che ne determinano la “depressione” e la perdita di tono.

    In genere, tra i 30 e i 50 anni, il lato B va incontro ad una naturale modificazione che, se non accompagnata ad
    uno stile di vita sano e una costante attività sportiva, può creare disagio in molti pazienti, sia uomini che
    donne.

    L’intervento chirurgico di gluteoplastica comunemente chiamato anche protesi ai glutei, è volto all’aumento volumetrico di questa zona mediante l’inserimento di protesi al di sotto del muscolo gluteo, capaci di donare maggiore armonia alla forma del corpo.

    La cicatrice per l’inserimento della protesi sarà ben poco visibile, perché posizionata nella zona interglutea.

    Protesi ai glutei: La tecnica

    L’intervento consiste nel posizionare sotto la muscolatura della regione glutea una protesi. Le protesi sono generalmente di silicone solido o gore-tex, di consistenza duro-elastica e hanno misure e forme differenti, proprio come le protesi utilizzate, ad esempio, per l’intervento di mastoplastica additiva. Il risultato finale può essere più o meno accentuato, proiettato e generoso e la dimensione delle protesi scelte deve adattarsi all’anatomia del paziente, tenendo naturalmente conto dei suoi desiderata. L’inserimento avviene al di sotto del muscolo gluteo per offrire una maggiore armonia alla forma del corpo. La cicatrice sarà piccola e poco evidente e nel giro di pochi mesi risulterà ancor più chiara e sottile.

    Gluteoplastica: si può scegliere la taglia delle protesi?

    La risposta è: assolutamente sì.

    Nel corso della prima visita sarà il chirurgo a valutare la forma e le dimensioni dei glutei naturali, considerando anche le condizioni fisiche del paziente (tonicità, peso, circonferenza dei fianchi) e i risultati raggiungibili.

    Tenendo conto della sue volontà, si potrà optare per forme e dimensioni differenti e in armonia con le proporzioni generali del corpo.

    Quali sono i rischi di una gluteoplastica?

    I rischi di innestare protesi ai glutei sono quelli riferibili a ciascun intervento chirurgico, ma la complicanza più significativa (e in ogni caso molto rara) riguarda la contrattura capsulare, una reazione di rigetto della protesi.

    Le moderne protesi però riducono drasticamente questo rischio.


    Bisogna sottolineare come la contrattura non dipenda dall’abilità del chirurgo, ma dalla risposta dell’organismo nei riguardi di corpi estranei.

    Gluteoplastica

    Come prepararsi alla gluteoplastica?

    Lo Studio Medico Basoccu si prende cura dei propri pazienti, offrendo loro la possibilità di eseguire direttamente in Clinica le analisi richieste.

    Provvede inoltre, su richiesta, al transfer dei pazienti sia in fase di ricovero che di dimissioni, senza alcun costo aggiuntivo.

    Per agevolare la guarigione è raccomandata l’esecuzione di trattamenti volti all’elasticizzazione dei tessuti. Su consiglio del medico, sarà bene eseguire peeling e trattamenti o massaggi linfodrenanti.

    Cosa aspettarsi dall’intervento di gluteoplastica e dal recupero post operatorio:

    L’intervento di gluteoplastica è ormai di rapida esecuzione, ma il post operatorio richiede riposo e una terapia antidolorifica specifica.

    Dopo un paio di giorni è possibile che ci sia un po’ di gonfiore nella zona interessata e qualche livido.

    Già poche ore dopo l’intervento però, il paziente può sdraiarsi e sedersi senza problemi, evitando solo di assumere posizioni eccessivamente contratte.

    Il paziente dovrà prendersi un periodo di riposo variabile tra i 10/12 giorni, ma già dopo tre potrà riprendere le attività quotidiane senza compiere sforzi eccessivi.

    Per massimizzare il risultato dell’intervento e accelerare la guarigione è consigliabile eseguire trattamenti di elasticizzazione tissutale post operatori.

    Ci si può sedere dopo la gluteoplastica e si può dormire supini?

    Sì, già al rientro dalla sala operatoria il paziente è in posizione supina e può sedersi evitando di assumere posture per lui scomode.

    Si può dormire a pancia in su ma è meglio mantenere a lungo questa posizione dopo circa 7/10 giorni, prima è meglio farlo su un fianco o proni.

    Per agevolare la guarigione è raccomandata l’esecuzione di trattamenti volti all’elasticizzazione dei tessuti. Su consiglio del medico, sarà bene eseguire peeling e trattamenti o massaggi linfodrenanti.

    Le cicatrici delle gluteoplastica sono visibili?

    No, le cicatrici della gluteoplastica sono quasi del tutto nascoste.

    A differenza del passato, quando generalmente veniva eseguito un taglio nella regione sottoglutea, oggi l’inserimento avviene con piccole incisioni nella zona interglutea.

    Le cicatrici restano praticamente invisibili anche indossando un perizoma.

    Di che materiale sono fatte le protesi per la gluteoplastica?

    Le protesi utilizzate per l’aumento volumetrico dei glutei sono di silicone solido o gore-tex, con consistenza duro-elastica.

    Hanno forme e misure differenti, la scelta spetta al chirurgo che valuta sempre e comunque in accordo con il paziente.

    Prenota la prima visita

    Per prenotare la prima visita o avere ulteriori informazioni compila il form con i tuoi dati o chiama il numero verde